gallery/logo
Carrello
Carrello  (0)
Ariel, la sirenetta
Categoria:
Cinema e Pellicole, Cartoni Animati
SKU:
prod
Prezzo:
€18,00
Descrizione

Versione Disney
« Come vorrei poter uscir fuori dall'acqua.... Che pagherei per stare un po' sdraiata al sole. »
(Ariel nel film)
Nel classico Disney La sirenetta del 1989, la principessa si chiama Ariel, ed è doppiata in originale da Jodi Benson e in italiano da Simona Patitucci. Nelle successive opere correlate viene sempre doppiata in originale dalla Benson. In italiano le parti parlate sono sempre affidate a Paola Valentini, mentre quelle cantate a Tanaquilla Leonardi (La sirenetta - Le nuove avventure marine di Ariel), Renata Fusco (La sirenetta II - Ritorno agli abissi) e Giulia Luzi (La sirenetta - Quando tutto ebbe inizio).
Ariel appare anche nella serie televisiva, House of Mouse: Il Topoclub (2001-2004), sia con le gambe che con le pinne, e fa anche parte della collezione, Principesse Disney, di cui è l'unica, insieme a Merida, a non essere figlia unica, per il momento è l'unica principessa ad essere diventata madre. Sirenetta
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


Non tutti sanno che:
Storia originale[modifica | modifica wikitesto]
Vive sul fondo del mare con suo padre, il Re del Mare, rimasto vedovo, sua nonna, e cinque sorelle maggiori. A quindici anni, secondo la tradizione delle sirene, le viene concesso di nuotare fino in superficie per guardare il mondo sopra il mare. La Sirenetta ha così modo di osservare una nave comandata da un bellissimo principe, di cui s'innamora. La nave viene travolta da una terribile tempesta, ma la Sirenetta riesce a salvarlo e portarlo in salvo su una spiaggia vicino a un tempio; il principe ha perso conoscenza e non ha modo di vederla. La Sirenetta passa i giorni che seguono sospirando e sognando di lui, e desiderando di avere un'anima e una vita eterna come gli esseri umani; il suo destino di sirena, infatti, è quello di dissolversi in schiuma marina. Alla fine, grazie alla Strega del Mare, riesce ad acquistare una pozione che le consentirà di trasformare la sua pinna in gambe come gli umani, ma in cambio della voce, così le taglia la lingua; inoltre nel camminare sarà come essere trapassata dai coltelli, per cui non potrà più tornare ad essere una sirena. Però se il principe s'innamorerà di lei e la sposerà, la Sirenetta otterrà un'anima; se sposerà un'altra, al sorgere del sole del giorno dopo le nozze la Sirenetta morirà di crepacuore trasformandosi in schiuma di mare. La Sirenetta beve la pozione ed incontra il principe, che è attratto dalla bellezza e dalla grazia della fanciulla. La Sirenetta purtroppo non può parlare, per cui l'affetto del principe per lei non si trasforma in vero amore. Un giorno il principe si reca in un regno vicino in cerca di una moglie. Si scopre che la figlia del re di quel regno è una ragazza che aveva trovato il principe sulla spiaggia dopo il naufragio. Il principe si ricorda di lei come di colei che l'aveva salvato, se ne innamora e presto le nozze vengono annunciate. La Sirenetta è disperata. Quando giunge la notte di nozze, le sue sorelle le consegnano un pugnale magico acquistato per lei dalla Strega del Mare in cambio dei loro capelli. Se la Sirenetta, con quel pugnale, ucciderà il principe e bagnerà i propri piedi col suo sangue, prima del sorgere del sole, potrà sopravvivere e tornare ad essere una sirena. La Sirenetta, (per via dell'amore che prova per il principe), si rifiuta di ucciderlo, e, al sorgere del sole si lancia in mare, dissolvendosi in schiuma. La sua bontà viene però premiata; anziché morire, la Sirenetta diventa una figlia dell'aria, un essere invisibile, con la promessa di ottenere un'anima e volare in Paradiso dopo 300 anni di buone azioni. Per ogni bambino buono che riuscirà a trovare le verrà risparmiato un anno di attesa; per ogni bambino cattivo invece piangerà, e aggiungerà un giorno per ogni lacrima.

collezioni 

classici

personalizzato